News in risalto

Cassazione n. 28676 del 7 novembre 2019-"L'accertamento è nullo se è stato omesso il contradditorio preventivo rafforzato ex art. 37-bis, commi 4 e 5, DPR 600/1973. Le dichiarazioni del contribuente in sede di verifica non possono sostituire il contraddittorio

Sentenza CTP Padova, sez. II, 22 ottobre 2019 –“ Nelle operazioni soggettivamente inesistenti è imprescindibile la prova dell’accordo simulatorio da parte del Fisco”

Cassazione n. 42522 del 16 ottobre 2019 -" Inammissibile il ricorso per difetto di specificità, in ipotesi di sottrazione fraudolenta al pagamento dei tributi, se il ricorrente non esamina la sussistenza dell'elemento psicologico, né l'idoneità delle condotte dei soci, sul piano della esigibilità della condotta"

Cassazione n. 42147 del 15 ottobre 2019 – ”L’uso fraudolento del regime del margine è configurabile come reato ex art 3 D.lgs. 74/2000

Cassazione, ordinanza n. 24032 del 26 settembre 2019 -"Impugnabile il diniego di autotutela dell'accertamento definitivo solo per ragioni di rilevante interesse generale"

Cassazione n. 23851 del 25 settembre 2019 -" Sono redditi d'impresa e non fondiari i canoni percepiti dalla srl per l'affitto d'azienda"

Sentenza Ctr Veneto, sez. III, 24 settembre 2019 - L'archiviazione in sede penale rileva sul piano tributario ai fini sanzionatori

Cassazione, ordinanza n. 23534 del 20 settembre 2019 - "Il socio è responsabile solidale della società estinta nei limiti di quanto percepito nella liquidazione".

Cassazione penale n. 36614 del 29 agosto 2019 -“Per la condanna ex art. 10-bis D.lgs 74/2000 non bastano il pagamento degli stipendi e la presentazione del modello 770".

Cassazione penale n. 36474 del 28 agosto 2019- “Il prestanome non è responsabile ex art. 5 D.lgs 74/2000 per aver accettato i rischi connessi alla carica”.

Cassazione n. 20587 del 31 luglio 2019 – “Diritto a detrazione nelle frodi IVA: ancora un difficile equilibrio tra certezza dei doveri e interesse fiscale”

Cassazione, ordinanza n. 20491 del 30 luglio 2019 –“Legittimo l’accertamento induttivo se la contabilità d’impresa è formalmente corretta ma inattendibile”

Cassazione n. 19191 del 17 luglio 2019- “Nel processo tributario la sentenza penale definitiva è solo elemento di prova, senza valore di res iudicata”

Cassazione n. 19191 del 17 luglio 2019 – “Nell’accertamento d’ufficio vanno considerati i costi pena la violazione del principio di capacità contributiva”

Cassazione n. 30933 del 15 luglio 2019 -”Non v’è sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte in caso di conferimento di beni immobili in società e possesso delle azioni corrispondenti”

Cassazione n. 30688 del 12 luglio 2019 -“Il dolo da omesso versamento Iva è escluso se l’imposta è accantonata"

Tribunale penale di Venezia, sentenza 13 giugno 2019 - “Omesso versamento di ritenute: l’impegno finanziario, anche personale, dell’imprenditore in situazione di crisi esclude il dolo”.

Sentenza Ctr Liguria, sez. I, 27 maggio 2019 - Il cambiamento della motivazione viola il diritto di difesa.

Sentenza Ctp Reggio Emilia, sez. II, 12 marzo 2019 – I ricavi societari non dichiarati sono attribuibili ai soci se derivano da utili occultati.

Ordinanza n. 6486 del 6 marzo 2019, “Legittima l’acquisizione dei dati del PC con la collaborazione dei dipendenti. non è necessaria l’autorizzazione del magistrato non trattandosi di apertura coattiva”

Lo Studio legale prof. Avv. Francesco Moschetti

fondato a Padova nel 1974 dal Prof. Avv. Francesco Moschetti ordinario dell'Università di Padova, è specializzato in diritto tributario italiano, europeo e internazionale e in diritto penale tributario.

Da oltre quarant'anni lo Studio offre ai propri clienti la più qualificata consulenza legale e fiscale e li rappresenta di fronte ai giudici tributari di ogni grado.

Nel fornire assistenza legale internazionale lo Studio si avvale della collaborazione di primari Studi Legali operanti in trenta Paesi.

Francesco Moschetti

front

E' disponibile anche presso le librerie Adler di Padova e Treviso, il nuovo manuale:

"Diritto Tributario Europeo Codice sistematico"

Il Codice sistematico di Diritto Tributario Europeo, nella sua prima parte, riproduce le Direttive ed i Regolamenti UE di maggiore applicazione pratica, tra cui la VI Direttiva Iva, la Direttiva “fusioni e scissioni” e la Direttiva che disciplina la Cooperazione Amministrativa tra Stati membri. Tale parte è quindi completata dalla riproduzione di documenti di importanza fondamentale, quali la “Dichiarazione dei Diritti dell’uomo e del Cittadino” (1789), la “Dichiarazione Universale dei diritti dell’Uomo” (1948), la “Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali” (1950) e la “Carta di Nizza” (2000). Nella seconda parte, sono state selezionate alcune tra le più importanti decisioni della Corte di Giustizia U.E., suddivise per argomenti ed evidenziate nei passaggi di maggior rilievo, tra cui spiccano le sentenze sotto indicate. Completano il tutto gli indici cronologici ed analitici, suddivisi in base agli argomenti trattati dalle decisioni della Corte ed in base ai principi dalla stessa espressi.


La giustizia
nella storia

"Dove si tratta di togliere definitivamente un diritto al pubblico o al privato, o di irrogare una pena, è necessaria la maggior rettitudine dei giudizi, e quindi i maggiori lumi di mente, la maggior imparzialità di cuore nei giudici, e una matura discussione nelle deliberazioni…”

G.D. Romagnosi, Principi fondamentali di diritto amministrativo onde tesserne le istituzioni, Prato, 1835


"Praticando la giustizia diveniamo giusti, la temperanza temperanti, la fortezza forti.”

Aristotele, Etica Nicomachea, par. 1103b


“Quel che importa è che voi facciate attenzione se io dico cose giuste o meno perché questa è, in fin dei conti, la virtù del giudice, mentre quella dell’oratore è di dire la verità”.

Platone, Apologia di Socrate

 

Contattaci
per una consulenza legale.


Clicca il pulsante qui sotto.

RICHIEDI UNA CONSULENZA